alimentazione-sportivi-tonno

Tonno grande alleato nell’alimentazione degli sportivi

Sono circa 25 milioni gli italiani che in maniera regolare o occasionale praticano sport.

Che l’obiettivo sia mantenere la linea, sostenere la massa muscolare o semplicemente sentirsi meglio con se stessi, una cosa è certa: l’alimentazione ha un’attenzione particolare nella vita quotidiana degli sportivi.

Infatti, per ottenere un ottimale rendimento atletico è fondamentale la buona digeribilità degli alimenti che consente un ridotto afflusso di sangue all’apparato digerente e una migliore disponibilità di ossigeno a livello muscolare.

Nella piramide alimentare, insieme a carni bianche, legumi, yogurt magro e bresaola uno dei prodotti simbolo dell’alimentazione dello sportivo risulta essere il tonno in scatola. Soprattutto quello al naturale, che con un fronte calorico di circa 100 kcal per etto, grazie alla sua versatilità ed essendo facilmente digeribile e utilizzabile come ingrediente chiave di molte ricette, riesce ad incontrare il gusto di tutti.

A confermarlo un’indagine Ancit/Doxa da cui emerge che per 7 italiani su 10 il tonno in scatola è considerato un alimento ideale per chi vuole tenersi in forma o pratica un’attività sportiva.

I NUTRIENTI DEL TONNO

Il tonno in conserva risulta essere un vero alleato per chi predilige uno stile di vita ispirato al benessere e al movimento, in quanto promuove la perdita di peso, soprattutto a livello addominale, migliora il tono e l’efficienza delle nostre masse muscolari e aiuta a costituire un fisico magro, come dimostrato da uno studio del 2013 pubblicato sulla rivista medica Diabetes, che spiega come esso contribuisca alla diminuzione delle dimensioni delle cellule adipose. Il tonno è un eccellente fonte di Omega 3, proteine, niacina, potassio, selenio e vitamina B12.

Una delle proprietà che lo rende così popolare è sicuramente l’elevatissimo contenuto di proteine nobili, ben 25 g ogni 100 g di prodotto. Infatti anche se durante il processo di inscatolamento si perdono vitamine e minerali, i valori proteici rimangono intatti. Chi pratica sport, a differenza di un individuo che conduce una vita sedentaria, può avere bisogno giornalmente sino ad 1, 2 – 1,5 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo, che corrispondono a circa il 15% delle calorie apportate dalla razione giornaliera complessiva. Per far fronte a questa esigenza, il tonno in scatola, conservato sott’olio o in salamoia, è un alimento prezioso di elevato valore biologico, che apportando una quantità di amminoacidi essenziali e non essenziali ottimale, contribuisce ad incrementare la sintesi proteica che garantisce il tono e l’efficienza dell’apparato locomotore.

Per ottimizzare tutto il lavoro muscolare, è fondamentale anche la sintesi di ormoni e neurotrasmettitori resa possibile dalla presenza della lisina, nutriente di cui il tonno è ricco insieme al fosforo, che è un costituente di tutte le membrane cellulari, ed il calcio fondamentale per numerose funzioni biologiche tra le quali la contrazione muscolare. Nell’elenco dei micronutrienti indispensabili per mantenere la salute del fisico ed anche la lucidità e la concentrazione necessaria durante l’esercizio, non può essere omesso il ferro, indispensabile per il trasporto di ossigeno a tutti i tessuti, specialmente ai muscoli ed al cervello, e le vitamine del gruppo B che garantiscono l’integrità di tutte le funzioni del sistema nervoso. Questa rapida analisi delle proprietà nutrizionali del tonno inscatolato, rende palese il perché sia posto al vertice degli alimenti da preferire in una dieta sana ed equilibrata. Gli esperti affermano che sia preferibile consumare tonno una o due ore prima dell’allenamento o subito dopo l’attività fisica. Questo spuntino, essendo un alimento fresco e leggero permette di fronteggiare al meglio l’impegno muscolare o di reintegrare le perdite proteiche dovute all’attività sportiva.

Tag: